Feeds:
Articoli
Commenti

Il respiro degli Alberi

bird embrace wood

Una piccola storia sul rapporto tra noi e le Madri e i Padri Albero.
Per Amarli, proteggerli, essere loro costantemente Grati.

L’alba rosa stende il suo lieve manto nel cielo del mondo.
Il Sole appena sorto prende forza piano piano e con dolcezza inizia a scaldare la Terra.
Le foglie degli Alberi sono verdi e succose, si tendono verso di lui e lui le bacia con gioia.
Ravvivati da questo energetico contatto gli Alberi iniziano a inspirare.
L’aria è piena di anidride carbonica.
Gli alberi sanno che le altre belle creature della Terra come gli animali e gli esseri umani, che loro molto amano, non sopportano questo gas.
Ma loro sì. L’anidride carbonica entra in loro e loro, con la loro forza e la loro benevolenza, la trasformano. Innanzitutto creano zuccheri nutrienti per loro stessi. E Ossigeno, nutriente per gli altri esseri viventi.
Gli alberi espirano e l’ossigeno si diffonde, un dono bellissimo per la vita.
L’atmosfera deve però ora essere nuovamente riempita di carbonio per poter continuare a nutrire alberi e piante.
E meraviglia!
Viene assimilato sottoforma di cibo da animali ed esseri umani, che si nutrono dei vegetali, passando così da un organismo all’altro.
Gli esseri umani, grati agli alberi per il loro bel dono inspirano l’ossigeno ed espirano il carbonio assorbito, donando a loro volta.
Allora gli alberi, grati all’essere umano, respirano anidride carbonica ed espirano ossigeno.
E respiro dopo respiro il ciclo continua e mai si spezza.
Respiro dopo respiro dono e gratitudine diventano Uno e l’Amore viene costantemente scambiato.
E la Vita si rinnova.
Il sole cala lentamente all’orizzonte.
Nel silenzio stellato della notte gli esseri umani sognano profondi sogni.
Hanno meno bisogno di ossigeno allora, e l’aria ne ha ormai in quantità.
Gli alberi allora ne approfittano e nella dolcezza dell’oscurità respirano ossigeno ed espirano anidride carbonica.
Non si riprendono il loro dono. Solo quel tanto che basta per poter metter in circolo gli zuccheri che hanno inglobato durante il giorno. Per potersi mantenere in forze e per poter continuare a vegliare sulla Vita di tutte le creature terrestri.

Innocence

innocence 001

Seguendo la strada di mattonccini gialli… la vita sarà piena di magia, com’è naturale che sia. Il nostro cuore colmo dell’innocenza e del senso di meraviglia dei bimbi e dei cuccioli…

 

Perfetta libertà

freedom

“La Dea è la liberatrice ed è stato affermato che “il suo servizio è la perfetta libertà”.
[..]
Oggi la schiavitù può essere sia mentale che emotiva, oltre che fisica: è quella imposta dalle percezioni prestabilite, dalle idee condizionate, dalla fede cieca, dalla paura.
La Stregoneria richiede indipendenza intellettuale e soprattutto il coraggio di confrontarci con ciò in cui crediamo.
Non è un sistema di credenze precostituite bensì un atteggiamento di gioia e di meraviglia verso il mondo, che si rinnova continuamente”

Da “La danza a spirale”, Starhawk

Questa frase può adattarsi benissimo non solo alla stregoneria, ma a qualsiasi tipo di spiritualità incentrata sulla natura e sulla partnership…

In perfetto amore e in perfetta fiducia.

 

green earth

Amo moltissimo le parole dell’incarico della Dea delle Stelle che Starhawk (autrice che adoro) ha ripreso da Doreen Valiente.
Sono per me come una mappa di bellezza lungo il cammino in questa vita e riassumono tutto ciò che è caro al mio cuore. Ogni volta che le leggo mi commuovono nel profondo e non smettono mai di ispirarmi.

“Io che sono la bellezza della terra verde e della luna bianca tra le stelle e i misteri delle acque chiamo a vostra anima perchè si alzi e venga a me.
Perchè io sono l’anima della natura che da vita all’universo”

In questo esperimento pittorico ho inserito questa frase.
Noi siamo parte dell’universo, parte della vita, parte della terra e della natura. Noi siamo parte di Lei, in qualsiasi forma appaia ai nostri occhi.
Noi siamo parte. Non superiori, non inferiori. Bensì una parte, che può con le sue azioni contribuire all’armonia del tutto o al suo degrado.
credo che dovremmo riflettere bene su questo ed essere attivi nell’agire per la Vita.

Con Amore.

Mother and child

22,5×30

Mi piace moltissimo l’immagine della Madonna col bambino.
Nonostante io non sia assolutamente nè cristiana nè cattolica trovo questa immagine bella, potente e commovente, per vari motivi.
Prima di tutto è un’immagine universale e archetipica, che va al di là di qualsiasi concetto religioso. Mostra il potere del corpo femminile di dare la vita e di donarsi alla vita e  il legame intenso di cura, affetto e trasmissione di saperi tra la madre e il bimbo.
Dal “nulla”, al corpo della madre, al mondo… è un mistero profondo, che mi fa salire le lacrime agli occhi.
Non provo desiderio di diventare madre, ma credo che sia la magia più bella che il corpo di una donna possa compiere, un atto d’amore supremo verso la vita, un farsi Grande Madre.
Un tempo mi faceva molto arrabbiare la storia della Vegine Maria, rimasta incinta senza venire sfiorata dal suo uomo. La trovavo una storia orrenda per noi donne, l’ennesimo modo di rinnegare la fisicità femminile e di demonizzare l’atto sessuale.
Ma Maria è la Grande Madre, e quante Grandi Dee della mitologia partoriscono per partenogenesi! E lei come loro. Perchè lei è la vita stessa, e alla vita non serve altro che la vita, per far germogliare una pianta.
Qualcosa che va al di là di ogni differenza sessuale, di ogni concetto religioso, di ogni immagine cristallizzata…

 

Emotions

Che cosa affascinante le emozioni…
Possono essere così forti, intense e inglobanti da sconvolgerci.
E spesso, soprattutto con le emozioni più spiacevoli, il nostro primo istinto è fuggire. reprimerle, non viverle, scacciarle lontano.
Ma non è questo che le nostre emozioni ci richiedono, qualsiasi esse siano.
Stare con loro, respirare al loro interno, percepirle nella loro interezza. Non è facile, e può far male.
Ma è solo così che si trasformeranno in doni bellissimi e luminosi, in nuove possibilità creative che non potevamo vedere, talmente eravamo prese dalla loro forza.
Vivendole e  ascoltandole possiamo distaccarci dal loro impeto e allora le emozioni, che sono superficie e illusione, lasceranno spazio alla profondità dei sentimenti, l’unico vero legame col cuore.

Believe


42X24 Cm

Sono giorni che desidero postare questo piccolo dipinto, ma non trovo le parole.
Sì, sono una mia fissa, le parole.
Vorrei esprimere qualcosa di bello e profondo, ma che sia semplice, spontaneo, poetico e non pomposo…
Ho scoperto che spesso, per farlo, di parole ne bastano davvero poche e anzi, a volte non sono nemmeno necessarie… Il linguaggio del cuore non ne ha bisogno, non ha parole, ma è diretto e carico di significato, come lo sguardo puro di un bimbo o di un cucciolo.
Nel cuore siamo noi stessi. Spontanei, gioiosi, magici.
E possiamo volare, volare davvero. Senza paura di farlo.